Impegno civico

Il mio impegno attivo è iniziato con la nascita del Comitato “Salviamo i Giardini Margherita”, di cui dal 2001 e per diversi anni sono stata coordinatrice.

Il comitato si è anche occupato di un’area adiacente ai Giardini Margherita: la caserma Staveco, su cui si sono sperimentate forme di progettazione partecipata assieme a “La Compagnia dei Celestini”, un gruppo di cittadini che discutono di urbanistica.

Nel mandato amministrativo 2004-2009 ho operato come consigliera del Quartiere Santo Stefano, eletta come indipendente nella lista “Centrosinistra per Santo Stefano, e con l’incarico di coordinatrice della Commissione Urbanistica e Ambiente.

In questo ambito ho mantenuto la mia attenzione sulla Staveco (Quaderno Staveco; questionario Staveco locandina Stavecook: qui i dati e i risultati, tenendo presente che i partecipanti non avevano visto l’area) e sulle aree ex-militari; sulle aree verdi, soprattutto con la riqualificazione del giardino di via del Piombo; sulla collina, in particolare con l’iniziativa “Le colline fuori della porta” insieme con la Consulta per l’Escursionismo, che ha portato nel tempo all’apertura di sentieri CAI collinari; sui problemi di convivenza tra proprietari di cani e non (campagna di sensibilizzazione “Cane, amore e …”).

Dal 2008 coordino il gruppo bolognese dell’associazione Sinistra per Israele che ha contribuito a realizzare nella nostra città il primo congresso nazionale, con ospiti nazionali e internazionali, e a ottenere l’intitolazione di un parco cittadino a Yitzhak Rabin.

I commenti sono chiusi.